Viaggio in Islanda – Settimo giorno, Kirkjufell – Stykkisholmur – Reykjavik

Day Seven.

E comunque oltre la barriera gli estranei non li ho incontrati. (Liberamente tratto da dalle cronache del ghiaccio e del fuoco, alias Game of Thrones).
Allora, dove eravamo rimasti? Ah si, mi sono spinto sui fiordi occidentali per vedere
Kirkjufell. Ebbene al mio risveglio, dopo essere stato sveglio tutta la notte in compagnia di un gruppo di polacchi che mi hanno fatto assaggiare tutte le loro vodka/e, la neve continuava a cadere e della montagna sono riuscito a vedere davvero poco. Fa niente, un motivo in più per tornarci.

Ho poi visitato Grundarfjörður un piccolo porto e poco più e ho guidato più a nord verso Stykkisholmur. Qui la neve ha lasciato posto a tutti i colori dell’isola.
Stykkisholmur è stata una piacevole scoperta. È il porto più importante a nord ovest (non vi immaginate quale grandezza) ed è davvero suggestivo. Si respira quell’aria salmastra tipica delle città di mare, ed è in posto dove si sta davvero in pace. Io almeno lo sono stato tanto da pensare, per la prima volta da quando sono in Islanda, che quasi quasi ci vivrei. Le case sono coloratissime, alcune anche molto antiche. I gabbiani la fanno da padrone e la vista dal faro é mozzafiato!

Verso ora di pranzo, ordunque (😆), mi sono fatto i mie bei 200 km per ritornate a Reykjavik dove mi sono fatto un giro nella downtown, giù al porto. Qui i localini di street food la fanno da padrone, si mangia pesce in ogni angolo.

La serata l’ho passata in un locale della downtown dove si teneva un festival rock al femminile. É stato davvero carino, alcuni gruppi erano anche molto bravi, ma la cosa più bella è stata che ero l’unico straniero perché il locale era frequentato solo da islandesi alternativi.

Infine, e concludo con una storia triste, sono andato alla ricerca dell’aurora boreale fino a tarda notte convinto che sarebbe stata quella giusta. Manco per niente. Ah ma la vedrò. (prima o poi).

La canzone che vi consiglio oggi é “Postcard Holiday” dei The Boys age che ho ascoltato nel locale prima delle esibizioni dal vivo.

Buona giornata!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *